Per salvare una vita non servono superpoteri: basta una firma.

Il 28 maggio si è svolta la Giornata Nazionale della Donazione. La giornata aveva lo scopo di favorire la conoscenza e la sensibilizzazione della popolazione riguardo tutto ciò che concerne la donazione. Al nostro stand erano presenti, oltre ai volontari della nostra Associazione e ai rappresentanti di Admo Lucca e Lega Italiana Fibrosi Cistica, i medici del Coordinamento Donazione dell’Azienda Toscana Nord-Ovest, pronti a rispondere alle domande tecniche riguardanti la donazione di organi e tessuti, e a descrivere il percorso assistenziale che consente ogni anno di salvare la vita di centinaia di persone gravemente malate.

L’Azienda USL Toscana Nord-Ovest contribuisce in maniera significativa alle donazioni di organi per i pazienti in lista di attesa in Toscana e in Italia: nel primo trimestre del 2017 sono stati 11 i pazienti deceduti nelle rianimazioni che sono stati donatori di organi, tre in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

Per altri quattro pazienti deceduti non è stato possibile proseguire con la donazione per opposizione dei familiari, una possibilità assolutamente legittima quando è frutto di una scelta consapevole. Spesso però, i familiari che si oppongono lo fanno anche per mancanza di conoscenza del reale pensiero del loro congiunto e nel dubbio preferiscono non consentire la donazione. Motivo per cui è bene decidere autonomamente e in modo informato e consapevole del destino dei propri organi una volta che saremo deceduti. E, ovviamente, è fondamentale comunicare le nostre scelte alla nostra famiglia.

In queste ultime ore, tra l’altro, dalla nostra città arriva un altro straordinario gesto di generosità, con una nuova donazione di organi da parte di una signora ultraottantenne, che aveva lasciato detto al marito di donare in caso di morte: le è stato prelevato il fegato, che è già stato trapiantato ad un’altra persona.

La Giornata della Donazione è pensata proprio come occasione per riflettere su questa tematica. 

Ricordiamo che in Toscana la volontà di ognuno di noi può essere registrata presso il Centro Nazionale Trapianti sia attraverso l’Azienda Sanitaria, sia attraverso le anagrafi comunali che aderiscono al progetto Una Scelta in Comune, e, ovviamente, registrandosi all’AIDO compilando il form che trovate a questo link, inviandolo o consegnandolo al nostro ufficio in Via Cesare Battisti n°2, Lucca (presso la Misericordia di Lucca).

Per finire ci teniamo a ringraziare Parpignol, che, con la sua ludoteca itinerante ha portato in piazza i giochi in legno di qualità, animando la piazza e portando al nostro stand lucchesi e turisti!

Print Friendly
Questa voce è stata pubblicata in Aido Lucca, Aido nazionale, Eventi e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *